Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Offerto da FeedBurner

LibriSenzaCarta su:

YouTube

Calendario

settembre: 2006
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Archivio

Online



Un uomo da nulla

Prefazione de La congiura Fornaciari (capitolo 1)

Fornaciari, come no, quello di Roncitelli. Avete visto, ha fatto un bel lavaccio. Ha tenuto tre giorni la città sotto tiro, ha messo nei guai quei nostri parrucconi incapaci di tirarlo fuori, impauriti che si allargasse la rivolta e immersi tutti nel terrore inconfessato che facessero anche qui come hanno fatto in Francia. Tre giorni di panico totale. Non avessimo avuto i cannoni puntati sul palazzo pubblico e sulle nostre case, sarebbe stato una comica tutto quel trambusto. Dovevate vederli la mattina dell’11 ottobre i caporioni di questa città: si aggiravano come i bagarozzi quando uno tira su il mattone sotto il quale se ne stavano tranquilli e riposati.

– Hanno occupato la rocca! Hanno occupato la rocca!
– Eh? Cos’hanno fatto? Occupato la rocca? E chi è stato?
– Muovetevi, chiamate i Decurioni!
– Ma chi è che ha occupato la rocca?
– Muovetevi, vi dico. Dov’è il Castellano? Non si trova da nessuna parte!
– E dove vuoi che sia il Castellano? Alle Cento Finestre, a riposare.
– Dov’è il Vice? Dov’è Andrea Roberti?
– Bisogna far venire i miliziotti, da Mondolfo, da Ancona, tutti quelli che ci possono mandare. Se prendono la polveriera…
– Qualcuno corra a Pesaro ad avvertire il Cardinale Legato! Ditegli che la Rocca è stata occupata da…
– Eh già, mi sai dire chi è che ha occupato la rocca?
– … un uomo da nulla…
Io conosco quest’uomo da nulla e per questo lo posso capire. Ma voi che ci partite dal duemila e rotti per venire a vedere questo matto cos’ha combinato in tre giorni passati da leone… Avete letto il libro anonimo del Vescovo? C’è scritto tutto lì. Cos’altro volete sapere, allora, e perché proprio a me lo chiedete, la prima che incontrate per la strada? Un giudizio spassionato? E chi può dire. Le cose gli andavano male, l’hanno stretto nell’angolo e lui ha reagito. Può andare così?

P’rché la gaggia bisogna p’lalla, ma no falla strid’. (continua…)

(Prefazione a La congiura Fornaciari, capitolo 1, continua nel capitolo 2)

0 Risposte a “Un uomo da nulla”


  1. Nessun commento

Lascia un commento