Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Offerto da FeedBurner

LibriSenzaCarta su:

YouTube

Calendario

luglio: 2016
L M M G V S D
« Giu    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivio

Online

Tutti i gusti. Storie di gelati

13615089_981886128591051_2699888560429740233_nGiovedì 14 luglio alle ore 21.30 alla libreria Iobook di Senigallia, Via F.lli Bandiera 33, presentazione di Tutti i gusti. Storie di gelati, antologia curata da Antonio Maddamma per Ventura edizioni.

Con panna o senza? E poi, da quale gusto cominciare? Impossibile. Il gelato. Brivido caldo freddo. Gelato adìnato, gelato ossimoro, gelato sinestesia dei sensi. Gelato che esalta i sensi e li trascina lungo le direttrici dello spazio e del tempo. Gelato che trascende e sublima, che fonde e confonde, che delizia e non sazia. Perché assaggiare un gelato è come assaggiare in un momento le molte parti di questo mondo, con le sue forme, i suoi colori, i suoi odori, i suoi sapori. E forse lo è anche scrivere. Sempre deliziare, mai saziare. Il gelato in dieci racconti. Dieci racconti, dieci e più gusti, tutti squisitamente diversi. Tutti i gusti vuole sedurvi, divertirvi, farvi indugiare, magari accanto al vostro gelato preferito, per assaggiare un po’ di mondi, un po’ di storie, un po’ di noi. Sperando di non riuscirvi indigesti.

Racconti di Pelagio D’Afro, Andrea Valenti, Giulia Torbidoni, Luca Rachetta, Antonio Maddamma, Enrico Carli, Elena Irrera, Mauro Falcioni, Valeria Bellagamba, Simone Scala.

Concorso letterario L’Italia del FAI

logo-fai-lombardia

Scrivere è viaggiare senza la seccatura dei bagagli” Emilio Salgari

Ognuno dei luoghi di cui il FAI si prende cura narra una storia unica. Un racconto fatto di stanze, oggetti e atmosfere che si intrecciano alle memorie delle singole persone e delle famiglie che li hanno abitati: dallo scrittore Antonio Fogazzaro all’esploratore Guido Monzino, da re Arduino ad Adriano Olivetti. Uno straordinario bagaglio di personaggi e vicende che possono ispirare una e mille storie. Basta iniziare a scriverle, cosa aspetti?

Se hai meno di 36 anni, o conosci aspiranti scrittori di questa età, partecipa o invita a partecipare al concorso letterario “L’Italia del FAI”! I vincitori saranno premiati durante il Festival della Letteratura di Mantova. I migliori tre racconti si aggiudicheranno tre generosi premi, messi a disposizione da una donazione che la Fondazione ha ricevuto per valorizzare la creatività dei giovani e stimolare la loro partecipazione alle attività del FAI, oltre alla pubblicazione in un ebook.

Maggiori informazioni: L’Italia del FAI

Scadenza: 31 luglio 2016.

 

Ventimilarighesottoimariingiallo: Il “caso” Topolino

indexIn attesa della prossima edizione del festival Ventimilarighesottoimari/ingiallo, in programma dal 19 al 23 agosto 2016, sabato 25 giugno, alle ore 11, a Palazzo del Duca, verrà inaugurata la mostra IL “CASO ” TOPOLINO – indagine su un eroe a fumetti. L’incontro per la presentazione si terrà nella Sala ex Ostello (accesso dalla corte di via Arsilli), dopodiché si salirà al piano nobile per la visita guidata gratuita alla mostra. Ricordiamo che da qualche giorno è in edicola l’albo 3161 di Topolino, che contiene la storia “Gambadilegno e il Giallo della Camera Gialla”, ispirata dall’ormai famosa sala allestita nella sede della Fondazione Rosellini in viale Bonopera, dove sono conservati tutti i libri gialli pubblicati in Italia.

La Punta della Lingua 2016

indexGrandi poeti nazionali e internazionali, assieme a musicisti, attori e rapper, saranno ospiti del Poesia Festival La Punta della Lingua 2016, in programma ad Ancona e Portonovo dal 19 al 26 giugno. Il Festival, organizzato dall’Associazione Nie Wiem e dal Comune di Ancona, con il contributo di La Mole, Regione Marche, main sponsor Coop Alleanza 3.0, si aprirà alla Chiesa di S. Maria di Portonovo domenica 19 giugno con il grande poeta inglese Tony Harrison, accompagnato dal regista, attore e traduttore Giovanni Greco. Dopo una cena al ristorante sul mare Da Giacchetti, reading di Vivian Lamarque, una delle autrici più amate dal pubblico italiano della poesia, e Alessandro Fo, poeta e insegne latinista, con intervalli musicale dell’artista multimediale Winstonmcnamara, in collaborazione con Fai Marche e Hotel Excelsior La Fonte. Harrison sarà presente anche alla proiezione del suo film-poema Prometheus per la prima volta tradotto in italiano, martedì 21 ad Ancona. Intanto lunedì 20 il Festival prosegue all’Hotel Emilia di Portonovo con la presentazione di Argo Annuario di Poesia (ed. Gwynplaine), alla presenza dei curatori Giuseppe Nava, Rossella Renzi, Christian Sinicco, Francesco Terzago e Valerio Cuccaroni, il reading di Carlo Bordini e della peruviana Myra Jara Toledo, infine la lettura dell’Eneide di Virgilio tradotta da Alessandro Fo (lunedì 20 giugno). Martedì 21 giugno Francesco Ruggiero e Elisa Baglioni del collettivo Sparajurij e la poeta russa Alexandra Petrova porteranno sulla terrazza dell’Hotel SeePort di Ancona una ventata di Russia all’ora dell’aperitivo e, dopo cena, nell’Arena cinema della Mole Vanvitelliana sarà proiettato il film-poema Prometheus (1998) sul declino della classe operaia inglese, in collaborazione con Arci Ancona e Fiom Marche. Mercoledì 22 la poesia incontra l’arte alla Pinacoteca civica “F. Podesti” di Ancona, che di prossima riapertura ospiterà, dopo una visita guidata, la presentazione dell’antologia “S’agli occhi credi. Le Marche dell’arte nello sguardo dei poeti” (ed. Vidya) con gli autori Alli Caracciolo, Alessandra Carnaroli,Maria Grazia Maiorino, Franca Mancinelli, Renata Morresi, Michele Ortore, Umberto Piersanti, Francesco Scarabicchi, Alessandro Seri. Giovedì 23 giugno al Lazzabaretto (Mole Vanvitelliana) La Punta della Lingua partecipa al Worldwide reading for Ashraf Fayadh: reading internazionale, in collaborazione con Amnesty International Ancona e Internationales Literaturfestival Berlin, in onore di Ashraf Fayadh, poeta incarcerato in Arabia Saudita per apostasia. A seguire sul palco della Mole Vanvitelliana Giorgio Felicetti si esibirà nello spettacolo Corpus Pasolini, performance per voce, visioni e violoncello, in collaborazione con Amat (ingresso € 10, info 071/2072439, oppure sul luogo dell’evento un’ora prima dello spettacolo). Venerdì 24 giugno tramonto poetico sul mare: all’Arco di Traiano, in uno dei luoghi simboli del porto antico di Ancona, reading della grande poetessa Jolanda Insana e del poeta greco Sotirios Pastakas. A seguire sul palco della Mole Vanvitelliana il poeta Guido Catalano si esibirà in uno dei suoi popolarissimi reading, in collaborazione con il Festival Spilla – Comcerto (ingresso € 10 + d.p., www.ticketone.it, info: 071/2900711, oppure sul luogo dell’evento un’ora prima dello spettacolo). In notturna, al Lazzabaretto, omaggio al Dadaismo con lo spettacolo di stand up poetry Dadaumpa? Dada un po’ degli irriverenti poeti performer Paolo Agrati, Filippo Balestra e Marko Miladinovic, chiuso dall’Electric Poetry Party a cura del pj socciluigi & clod. Sabato 25 giugno aperitivo mattutino sul prato dell’Hotel Emilia con i poeti marchigiani Filippo Davoli, Dorinda Di Prossimo, Bice Previtera e Salvatore Ritrovato, presentati dal critico Manuel Cohen. Nel pomeriggio collegamento da Firenze per l’ottava edizione Facebook Poetry: sfida in versi condotta da Bernardo Pacini. Il festival si concluderà domenica 26 giugno al Mattatoio Open Day di Ancona tra rap e poesia: Davide “ScartyDoc” Passoni presenta il doppio CD “Slam it!”, primo album nazionale di Spoken Word, Spoken Music e Rap, con gli autori Paolo Agrati, Filippo Balestra, Francesca Gironi, Andrea Mazzanti, Marko Miladinovic. A seguire Contest rap con Curtis Nassi, Goffi, Fat Sniper, Original Sound Connection, Vales, condotto da Sbabaman from Ancona Massive. Dopo cena il vincitore del contest rap si confronterà, senza base musicale, con i poeti Paolo Agrati, Filippo Balestra, Matteo Di Genova, Marko Miladinovic, Artenca Shehu nella sfida in versi del Poetry Slam. Ospite d’onore Weronika Lewandowska (Polonia), in una performance di poesia multimediale, tra parola, video e musica.

Attivo anche il crowdfunding su Produzioni dal basso (https://www.produzionidalbasso.com/project/la-punta-della-lingua-2016-poesia-festival/)

Tutti gli eventi sono a ingresso libero, tranne gli spettacoli Guido Catalano Grand Tour e Corpus Pasolini, l’ingresso alla Pinacoteca civica (€ 3), pranzi e cene (consultare il sito).

Il programma potrebbe subire modifiche, consultare il sito www.lapuntadellalingua.it

Con “L’Italia con gli occhi di Dante” al via la XII Rassegna di Storia Contemporanea

indexTra viaggi e mercati si muoverà la XII edizione della Rassegna di Storia Contemporanea che, promossa dal locale Centro Cooperativo Mazziniano in collaborazione con l’Associazione di Storia Contemporanea, prenderà il via stasera, giovedì 9 giugno, alle 21.30, presso l’Auditorium S. Rocco di Senigallia.

Raffaella Cavalieri presenterà, dialogando con Ilaria Biagioli, la sua ultima monografia, L’Italia con gli occhi di Dante (Ed. Minerva, 2015).

A distanza di oltre settecento anni, l’Italia conserva ancora luoghi, monumenti e città che evocano, all’attento turista, momenti della vita di Dante. Questa guida propone un itinerario attraverso i più suggestivi paesaggi legati al nome del celebre esule ed ai suoi versi eterni, tra Toscana, Marche, Lazio, Veneto ed Emilia Romagna. Le tappe di questo singolare viaggio in Italia toccano località in cui ancora oggi è possibile trovare traccia del sentimento che ispirò l’opera più divulgata al mondo, la Divina Commedia, da Firenze (ingrata patria) a Verona (lo primo rifugio), da Pisa (dall’orribile torre) a Gradara (alla scoperta degli eterni amanti) fino a Ravenna, dove troviamo le ultime labili orme di Dante Alighieri.

La rassegna proseguirà giovedì 16 giugno, alle ore 21.30, con Carta e stracci. Protoindustria e mercati nello Stato Pontificio tra Sette e Ottocento (Il Mulino, 2013) di Augusto Ciuffetti, introdotto da Luca Frontini, e si chiuderà giovedì 23 giugno, alle ore 21.30, con la presentazione del libro Un viaggio quaresimale in Umbria e nelle Marche di Thomas Adolphus Trollope (Editoriale Umbra, 2015), a cura di Alberto Sorbini, con il quale dialogherà Enrico Pergolesi.

 

CENTRALE FOTOGRAFIA VIII edizione “DUO” Fano 9-10-11-12 giugno 2016

La rassegna Centrale Fotografia nel 2015Dal 9 al 12 giugno 2016 a Fano l’immagine fotografica torna ad essere protagonista con la VIII edizione di Centrale Fotografia, rassegna annuale di eventi a tema sulla fotografia e l’arte contemporanea, a cura di Luca Panaro e Marcello Sparaventi.

La rassegna è organizzata dall’Associazione Culturale Centrale Fotografia, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Fano, con la compartecipazione del Consiglio Regionale Assemblea Legislativa delle Marche e con il contributo di Caffè Centrale, Hotel de La Ville, Ristorante la Liscia – Da Ori, Omnia Comunicazione.

Il titolo scelto quest’anno, “Duo”, suggerisce un’attenzione particolare verso gli artisti che lavorano in coppia, che condividono quindi non solo l’esperienza artistica, ma anche la vita privata. Riteniamo interessante far conoscere al nostro pubblico, che ci segue con passione da anni, questo particolare modo di operare. Questo sarà possibile mediante incontri con gli autori, mostre, conferenze, installazioni, presentazioni di libri, momenti di riflessione sulla fotografia e l’arte contemporanea.

Negli anni precedenti la rassegna ha ricordato la Scuola Fotografica Marchigiana: Mario Giacomelli, Giuseppe Cavalli e Luigi Crocenzi (2009), in seguito ha ospitato importanti artisti come Franco Vaccari e Olivo Barbieri (2010), Mario Cresci e Paola Di Bello (2011), Alessandra Spranzi e Paolo Ventura (2012), Andrea Galvani e Paola De Pietri (2013), Davide Tranchina e Fabio Sandri (2014), Robert Gligorov e Adrian Paci (2015).

Gli ospiti d’onore di quest’anno sono due coppie di affermati artisti contemporanei: Botto e Bruno e Cuoghi Corsello. Come tradizione si racconteranno al pubblico in conferenze dal taglio retrospettivo, capaci di trasmettere il senso e l’evoluzione della loro produzione nel tempo. Gli incontri con gli ospiti d’onore, nella suggestiva cornice della Ex Chiesa di San Francesco, sono accompagnati da proiezioni d’immagini e arricchiti dal dibattito col pubblico, alimentando il dialogo e favorendo la comprensione di una ricerca visiva spesso complessa e articolata.

Gianfranco Botto (1963) e Roberta Bruno (1966), entrambi di Torino, formano il duo artistico Botto e Bruno. Si esprimono soprattutto attraverso fotografia, video e installazione, le loro immagini mostrano per­iferie urbane des­o­late in cui cieli cupi, edi­fici dismessi e luoghi degra­dati con­cor­rono a creare un’atmosfera di soli­tu­dine. In questi sce­nari la pre­senza umana è rap­p­re­sen­tata da gio­vani fig­ure soli­tarie, dal volto spesso nascosto, che si aggi­rano tra rovine e detriti. Queste fotografie sono spesso allestite sotto forma di grandi wall­pa­per che rive­stono pareti e pavi­menti degli spazi espos­i­tivi. L’immaginario cin­e­matografico e quello musi­cale con­tem­po­ra­neo hanno un peso ril­e­vante nella loro opera, dove tal­volta com­paiono esplic­iti rifer­i­menti.

Monica Cuoghi (Mantova 1965) e Claudio Corsello (Bologna 1964) formano il duo artistico Cuoghi Corsello. Dagli albori della loro ricerca si caratterizzano per la sperimentazione di forme inedite di occupazione artistica degli spazi urbani, allora come oggi, densi di ibridazioni di tecniche e materiali: musica, video, performance, disegno, scultura, installazione. Anche le fotografie ricoprono un ruolo importante nella loro ricerca, realizzate negli ex-spazi industriali occupati e riportati a una nuova vita, hanno generato nel tempo un immenso archivio personale. Gli artisti fanno risaltare in termini emozionali i più piccoli dettagli che percepiscono dalle esperienza quotidiane, favorendo rapporti e connessioni fino a quel momento imprevedibili.

Tra gli eventi di questa edizione di Centrale Fotografia la mostra “Dummy Photobook”, che ha come protagonisti più di cinquanta libri fotografici realizzati da altrettanti autori in seguito a un laboratorio di progettazione editoriale. Questa esposizione è allestita all’interno della Chiesa di San Pietro in Valle, così come l’opera fotografica di Niko Giovanni Coniglio intitolata “Daniela, ritratto di mia madre”, e l’installazione di Marcello Diotallevi “Gocce”. Tra gli altri appuntamenti la presentazione del terzo volume “Generazione Critica” che argomenta di “Fotografia, arte e tecnica” (Danilo Montanari Editore, Ravenna 2016) e la presentazione del libro “Le Marche tra parola e immagine” a venti anni dalla prima pubblicazione (Motta Editore, 1996).

A conferma dell’attenzione rivolta al libro d’autore, si segnala la presenza di un apposito spazio dedicato alle proposte editoriali italiane ed estere, promosse da Libreria Mondadori.

Tutte le iniziative della rassegna sono a ingresso gratuito.

Noi siamo Malala

Noi siamo Malala e le donne del cambiamento è il reading teatrale proposto dall’Associazione di Senigallia Amàrantos – Cerchio Interculturale Donne per la Pace in programma domenica 5 giugno alle ore 21 all’Auditorium San Rocco di Senigallia. Il reading è il momento finale di un percorso di lavoro e condivisione realizzato dall’Associazione Amàrantos, che promuove il dialogo e l’incontro tra donne provenienti da diverse culture.

Manifesto MalalaQuest’anno il reading è dedicato alla figura simbolo di Malala Yousafzai, che fin da bambina si è battuta per il diritto all’istruzione di ragazze e ragazzi, a rischio della sua stessa vita. Nel 2014 Malala ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace per il suo impegno, diventando la persona più giovane al mondo ad aver ottenuto un Nobel.

L’evento del 5 giugno è inserito all’interno della manifestazione regionale “Se vuoi la pace prepara la pace“, promossa dall’Università per la Pace della Regione Marche, che prevede un ricco calendario di iniziative, incontri, dibattiti, spettacoli e approfondimenti.

Il lavoro svolto da Amàrantos, ha visto impegnate come al solito le donne dell’Associazione, affiancante quest’anno da una collaborazione con gli studenti della classe 3^ A del Liceo Classico Perticari di Senigallia coordinati dalla professoressa Raffaella Onori. Il laboratorio teatrale e il reading-spettacolo che ne è derivato sono stati condotti e diretti dall’attrice, autrice e progettista teatrale Roberta Biagiarelli, con una lunga esperienza nel campo del teatro civile.

Partendo dalla biografia di Malala Yousafzai è stato costruito un percorso originale in cui vengono affiancate alla storia di Malala quelle di altre donne che hanno realizzato grandi imprese nella loro vita e contribuito a migliorare la condizione femminile nella società, aprendo nuove strade e nuove opportunità per le altre donne.

Le donne di Amàrantos si sono cimentate per la prima volta anche nella scrittura creativa oltre che nella lettura, ricostruendo con la loro sensibilità gli episodi salienti delle vite delle donne che hanno scelto di raccontare, i momenti che più le hanno colpite, restituendo un quadro originale e toccante delle biografie di figure femminili straordinarie.

I ragazzi della 3^ A del Liceo Classico di Senigallia, invece, interpretano la storia di Malala. Anche loro hanno riscritto la biografia della giovane Premio Nobel pakistana, seguendo la loro sensibilità e gli eventi che più li hanno colpiti, mettendo in scena un vero e proprio spettacolo.

Il reading è organizzato con la collaborazione dell’Università per la Pace delle Marche, del Comune di Senigallia, della Consulta per la Cultura di Senigallia, di Coop Alleanza 3 e Masci Senigallia 1.

L’appuntamento è per domenica 5 giugno all’Auditorium San Rocco di Senigallia alle ore 21.00. L’ingresso è gratuito, con offerta libera a sostegno del progetto educativo a distanza in Sierra Leone promosso dall’associazione I Compagni di Jeneba.

Per info sull’Associazione Amàrantos: www.facebook.com/cerchioamarantos

Mostra ‘Equilibri’ a Senigallia

Si concluderà sabato 28 maggio a Senigallia la mostra di pittura e scultura “Equilibri“, presso la Galleria “La Corte” dell’artista senigalliese Giovanna Del Priore.

mostra_del_priore_maggio2016Alla mostra, che è stata inaugurata lo scorso 21 maggio, sono esposti i lavori degli studenti del Liceo Artistico Apolloni di Fano e dell’artista Del Priore.

Gli alunni della classe 5°A della sezione di Arti Figurative del Liceo Artistico Apolloni espongono le loro sculture, che propongono una interpretazione creativa del concetto di equilibrio contestualizzato in differenti ambiti: ecologico, fisico, psicologico, geografico ecc. I lavori progettati e creati individualmente degli alunni, coordinati dal prof. Paolo Tosti, sono stati realizzati utilizzando tecniche e materiali di diversa natura, dalla terracotta al metallo, dal gesso alla plastica ecc.

Giovanna Del Priore espone le sue opere pittoriche. L’artista continua, dopo l’accademia di Belle Arti di Venezia, nella sua ricerca di possibili equilibri tra segni diversi nella forza, nello spessore, nella leggerezza, e colori, più trasparenti, delicati, che si sfumano uno nell’altro. Tutto nasce da soggetti presi dalla natura, un infinito continuo di emozioni e presenze, con scelte raffinate, poetiche ed evocative.

La mostra si tiene presso la Galleria “La Corte” di Senigallia, dietro a Palazzo Del Duca, ingresso in Via Arsilli 94. Orario: tutti i giorni fino al 28 maggio dalle 17:00 alle 19:30.

Per ulteriori informazioni segnaliamo la pagina Facebook di Giovanna Del Priore: qui.