Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Offerto da FeedBurner

LibriSenzaCarta su:

YouTube

Calendario

novembre: 2014
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Archivio

Online



Nick Drake 25 novembre 1974-2014

Gonna see the river man
Gonna tell him all I can
About the plan
For lilac time

Andrò a trovare l’uomo del fiume
gli dirò tutto quello che posso
sul progetto
per il tempo dei lillà

(Nick Drake – RivermanL’uomo del fiume)

(Riverman, dall’album del 1969 “Five Leaves Left”, video postumo)

Grazia e malinconia, uno stile personalissimo e virtuoso nel suonare la chitarra, la dolcezza del canto, le immagini vivide e i simboli dei suoi testi poetici fanno di Nick Drake un cantautore unico e inimitabile, che scende fino alle profondità di chi è disposto ad ascoltare e a farsi toccare dalla bellezza delle sue canzoni. Un artista di rara sensibilità, timido e schivo, letteralmente posseduto da un talento immenso che, come accade a molti grandi, finì con il consumarlo a causa dell’incomprensione dei suoi contemporanei. Nicke Drake scompariva per una overdose di antidepressivi, non si è mai saputo se accidentale o voluta, il 25 novembre del 1974, quaranta anni fa, a soli 26 anni. Il cantautore britannico, nato in Birmania nel 1948, rimaneva così per sempre giovane, con quel viso bellissimo, angelico e triste, lasciandoci tre album che hanno fatto la storia della musica e alcune canzoni sparse di un lavoro incompiuto, che sono diventati un vero e proprio oggetto di culto tra i suoi ammiratori. Nick Drake se ne andava in silenzio, nella sua stanza piena di musica e libri, abbandonando un mondo che non lo capiva e che solo a vent’anni dalla sua morte ne scoprì il genio.

0 Risposte a “Nick Drake 25 novembre 1974-2014”


  1. Nessun commento

Lascia un commento