Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Offerto da FeedBurner

LibriSenzaCarta su:

YouTube

Calendario

marzo: 2014
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Archivio

Online



Evelina e le fate

Venerdì 14 marzo alle ore 21.00, a Senigallia, presso lo Spazio Autogestito Arvultura di Via Abbagnano, per la rassegna Gocce di Memorie, sarà presentato il romanzo Evelina e le fate (Giunti editore, 2013) di Simona Baldelli. L’incontro con l’autrice sarà introdotto dallo scrittore Antonio Maddamma (LibriSenzaCarta.it).

Simona Baldelli, in Evelina e le fate, torna al passato per dare senso al presente.

Un racconto che annoda i fili della Grande Storia a quelli delle vicende che vedono protagonista una bambina di cinque anni ed il suo mondo fantastico, in un piccolo paese della provincia Pesarese, Candelara, durante la Resistenza.

Uno stile che rimanda, pur senza imitarlo, al realismo magico latinoamericano.

La narrazione si apre con una scena memorabile, l’arrivo degli sfollati: a Evelina che ha cinque anni, pare che dalla neve stiano uscendo le anime dei morti.

La bambina è abituata a una vita dura nella campagna delle Marche dove vive con la sua famiglia, ma nel suo modo di vedere la violenza della realtà è sempre accompagnata dalla magia.

Evelina e i suoi fratelli sono cresciuti con la guida e la protezione di due fate, quasi due membri della famiglia: la Nera, dai tratti cupi, e la Scèpa, la fata allegra, colorata, con una veste a fiori, che ride sempre, fino alla scoperta di un’altra bambina, Sara, che ha nove anni e che vive in un buco sotto la stalla…

Realtà e magia si mescolano e si intrecciano, facendo rivivere il mondo contadino e insieme quello delle fiabe, l’intrico complesso della guerra civile e di quella mondiale, anche attraverso uno stile asciutto che l’autrice sa controllare e arricchire con l’inserimento di elementi dialettali che, se da una parte rendono il racconto più reale, dall’altra sono quasi parole magiche, parole amuleti, filastrocche, che aprono la porta al sogno o alla profezia. E alla comprensione possibile di quello che accade.

Simona Baldelli è nata a Pesaro e vive a Roma. Questo è il suo primo romanzo, finalista al Premio Calvino 2012 e vincitore del Premio Letterario John Fante Opera Prima 2013 e “Libro del Mese” della trasmissione FAHRENHEIT Rai3.

0 Risposte a “Evelina e le fate”


  1. Nessun commento

Lascia un commento