Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Offerto da FeedBurner

LibriSenzaCarta su:

YouTube

Calendario

aprile: 2011
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Archivio

Online



Con gli occhi di Yuri

Il 12 aprile 2011 ricorre il cinquantesimo anniversario del viaggio in orbita intorno alla Terra di Yuri Gagarin, il primo uomo nello spazio. Per celebrare questo straordinario evento della storia dell’umanità, la casa di produzione cinematografica Attic Room, in collaborazione con l’ESA (l’Agenzia Spaziale Europea), ha realizzato “First Orbit”, un documentario che propone le immagini della Terra così come le vide Yuri Gagarin nel suo viaggio nello spazio.

Il trailer di First Orbit

Era il 12 aprile del 1961. Alle 9.07, ora di Mosca, la navicella russa Vostok 1 partiva dal cosmodromo di Baikonur, a circa 200 km a est del lago d’Aral. A bordo c’era Jurij Alekseevič Gagarin, pillota dell’aeronautica russa e primo astronauta nello spazio. Il volo durò un’ora e 48 minuti, il tempo di un giro intorno alla Terra. Gagarin attraversò la parte buia del nostro Pianeta, sopra l’Oceano Pacifico, dove al suo passaggio era ancora notte, per incontrare nuovamente la luce del Sole nel Sud dell’Atlantico, sopra l’Argentina, attraversare l’Africa e il Medio Oriente, e poi tornare sulla Terra alle 10:55 (sempre ora di Mosca), atterrando in paracadute su un villaggio a 26 km a sudovest della città di Engels.

Di quel memorabile viaggio nello spazio non sono rimaste tuttavia immagini degne di nota. Non esistono, infatti, filmati del volo di Gagarin che possano restituirci fedelmente quello che l’astronauta vide con i suoi occhi. L’unico documento è rappresentato da qualche immagine in bianco e nero della Terra dall’oblò del Vostok 1.

Da qui l’idea del film, per permettere al pubblico di tutto il mondo di vedere la Terra con gli occhi di Yuri Gagarin nello storico volo di cinquanta anni fa. L’impresa, di non facilissima realizzazione, è stata realizzata dalla Attic Room e dal regista Christopher Riley con l’apporto fondamentale dell’ESA e dell’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale (Missioni 26 e 27).

Poiché La Stazione Spaziale Internazionale viaggia sull’orbita russa, è stato possibile ripercorre il percorso di Gagarin a bordo del Vostok 1 e filmare così, in alta definizione, le immagini della Terra dalla nuova cupola panoramica installata sulla Stazione Spaziale. Autore delle spettacolari riprese è stato l’astronauta italiano Paolo Nespoli (così come italiana è la cupola panoramica). Le immagini sono state poi montate con le registrazioni originali della voce di Yuri Gagarin, sottotitolate in inglese, con la sua esclamazione di stupore sulla bellezza della Terra vista dallo spazio. L’emozionante e spettacolare visione del filmato è arricchita dalla colonna sonora composta per l’occasione dal musicista inglese Philip Sheppard

Così è nato “First Orbit”, eccezionale documento che si potrà vedere gratuitamente su YouTube o nelle città che hanno aderito alla Yuri’s Night, evento che si terrà il 12 aprile, con centinaia di appuntamenti in tutto il mondo nei quali si potrà assistere alla proiezione del film (per un elenco delle città italiane che hanno aderito all’iniziativa vai a questa pagina).

Su YouTube, invece, il film si potrà vedere in tutto il mondo in streaming martedì 12 aprile a partire dalla stessa ora in cui Yuri Gagarin decollò a bordo della Vostok 1 dal cosmodromo di Baikonur, le 9:07 ora di Mosca, dunque le 8:07 in Italia.

Il canale YouTube di “First Orbit”: www.youtube.com/user/firstorbit

Per maggiori info: www.firstorbit.org

0 Risposte a “Con gli occhi di Yuri”


  1. Nessun commento

Lascia un commento