Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Offerto da FeedBurner

LibriSenzaCarta su:

YouTube

Calendario

ottobre: 2009
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Archivio

Online



La fotografia italiana a Fano

La fotografia italiana a Fano

In occasione della quinta edizione della “Giornata del Contemporaneo” indetta da Amaci, l’associazione culturale “Centrale Fotografia” ha organizzato a Fano un evento importante: un’intera giornata dedicata alla visione in versione integrale di FOTOGRAFIA ITALIANA – 5 film 5 grandi fotografi, una serie di film documentari prodotti da Giart – Visioni d’arte di Bologna con il patrocinio della Cineteca di Bologna e distribuiti da Contrasto, dedicati ai fotografi italiani tra i più noti a livello internazionale: Gabriele Basilico, Gianni Berengo Gardin, Franco Fontana, Mimmo Jodice e Ferdinando Scianna. Autori molto differenti tra loro per stile e poetica, in grado pertanto di rendere la complessità e la qualità dell’espressione italiana nel campo fotografico.

Sabato 3 ottobre 2009, dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.30, presso la Sala di Lettura del Palazzo San Michele, nella sede della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, in via Arco d’Augusto 2 a Fano, dopo il saluto delle autorità, inizieranno le proiezioni dei film: tre al mattino con inizio alle ore 9.30, e due al pomeriggio con inizio alle 15.00.

Al termine delle proiezioni, alle ore 17.15, avverrà un incontro con: Luca Molducci (produttore dei film), Alice Maxia (autrice), Giampiero D’Angeli (regista), moderatori dell’incontro saranno Alberto Berardi e il curatore dell’iniziativa Marcello Sparaventi.

All’evento hanno collaborato Fondazione Cassa di Risparmio, Caffè Centrale, Teatrodelleisole e Omnia comunicazione editore.

1 Risposta a “La fotografia italiana a Fano”


  1. 1 DARIO PETROLATI Ott 3rd, 2009 at 6:58 am

    Appassionato pressapochista o ficcanaso
    aggettivi che mi rubo appiccico in fronte ogni sempre quando vedo un manifesto lettere stampate sgualcite scollate al muro in posti assurdi o logici

    Così anche l’immagine disegnata anonima come se fosse un manifesto universale del Circo Orfei mi attira pensieri portandomi in strade anche polverose

    Le foto poi in bianco e nero hanno il loro riservato fascino qualsiasi sia il soggetto

    Da quelle che appena ricordo per questa ricorrenza corro allora indietro nel tempo e mi fermo come quand’era un imbrunire o la mattina e ci giravo attorno alle stupende mura della Fano di troppi anni fa quando la corteggiavo quasi prima di andare a Roma

    Ora che improvvise mi compaiono arrivano anche ricordi nomi e tempo passato non ricordo più come

    Da solo a piedi quasi toccherei le mura miste a pensieri degli anni che sono stati e non posso dimenticare.

    Concludo troppo spesso ogni mia sensazione come se dovessi ringraziare le persone per queste iniziative lontane che mi parevano scordate.

    E dico allora grazie con un languore strano misto a desiderio di esserci ancora e sentire il brusio non sempre immaginato.
    dario.

Lascia un commento