Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Offerto da FeedBurner

LibriSenzaCarta su:

YouTube

Calendario

novembre: 2008
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Archivio

Online



Versi-di-versi, Le Marche e la Poesia

Scripta Volant
Versi-di-versi, Le Marche e la Poesia

Scripta Volant - Versi-di-versi - Le Marche e la Poesia (manifesto)

“Versi-di-versi, Le Marche e la Poesia”, è questo il titolo della settima edizione di Scripta Volant, la rassegna letteraria promossa dal Centro Sociale Saline di Senigallia che in questa occasione si occuperà della poesia nelle Marche.

Organizzata dal Centro Sociale Saline insieme al poeta Fabio Maria Serpilli e con il patrocinio ed il contributo dell’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Senigallia, la rassegna si articolerà in due serate.

Si comincia venerdì 7 novembre, alle 21.15: interverranno il poeta e critico letterario Massimo Fabrizi, che tratterà il tema della “marchigianità attraverso i testi degli autori“, e il poeta Fabio Maria Serpilli che parlerà dei “Poeti neodialettali nelle Marche“; seguiranno alcune letture a cura dell’attore Mauro Pierfederici tratte dai poeti Paolo Volponi, Plinio Acquabona, Franco Scataglini e lo stesso Fabio Maria Serpilli, accompagnate dalla chitarra classica di Caterina Serpilli.

La seconda ed ultima serata, venerdì 14 novembre, sempre alle 21.15, vedrà l’intervento del prof. Massimo Gezzi che si occuperà della “nuova Poesia nelle Marche“; a seguire “La Poesia giovane“: letture dai poeti Gianluca D’Annibali, Carmela Nastro, Giulia Torbidoni, Valeria Bellagamba, Luca Barchiesi. Gli intermezzi musicali saranno a cura di Gabriele Carbonari per chitarra e voce.

Per informazioni:
Centro Sociale Saline, Via dei Gerani, 8
Tel. 071-7927260
Mail: centrosocialesaline@gmail.com
Sito: www.scriptavolant.info

Scripta Volant
Versi-di-versi, Le Marche e la Poesia

7 novembre:

“La marchigianità attraverso i testi degli autori”
relatore Massimo Fabrizi

“I Poeti neodialiettali nelle Marche”
relatore Fabio Maria Serpilli

– Letture tratte da Paolo Volponi, Plinio Acquabona, Franco Scataglini, Fabio Maria Serpilli
a cura di Mauro Pierfederici

– Accompagnamento musicale a cura di Caterina Serpilli (chitarra classica)

14 novembre:

“La nuova Poesia nelle Marche”
relatore Massimo Gezzi

“La Poesia giovane”
letture di Gianluca D’Annibali, Carmela Nastro, Giulia Torbidoni, Valeria Bellagamba, Luca Barchiesi

– Intermezzi musicali a cura di Gabriele Carbonari (voce e chitarra)

Le serate avranno inizio alle ore 21.15

Cenni biografici

  • Fabio Maria Serpilli
    nato ad Ancona, dopo aver conseguito il diploma di Maturità Magistrale, ha compiuto gli studi di filosofia e teologia alla Pontificia Università Lateranense a Roma.
    Molto intensa la sua attività culturale come poeta e scrittore. Nel 1989 pubblica la raccolta di poesie Castalfretto nostro in dialetto anconetano con prefazione di Valerio Volpini che, recensendo il volume, definisce Serpilli “l’erede di Scataglini”. Nel 1993 con Mistero in cartapesta vince il “Premio di Poesia Contemporanea” di Pavia e nel 1997 il “Premio Guido Modena”. Nel 2002 esce il libro di poesie I luoghi dell’anima e nel 2005 la casa editrice Quattroventi di Urbino pubblica La poesia dialettale delle Marche.
    Dal 1996 dirige il laboratorio di scrittura poetica ad Ancona e Falconara Marittima.
    Nel 2006 e nel 2007 è stato coordinatore dei laboratori di scrittura poetica “Giovani Poeti Leggono…”, promossi dal Comune di Chiaravalle.
    Nel 2007 ha ricevuto il premio alla carriera per l’opera poetica “Olimpo degli Alessandri” di Sassoferrato.
  • Massimo Fabrizi
    è critico letterario e scrittore. In ambito critico è autore di articoli e studi su autori, italiani e stranieri, del Sette, Otto e Novecento apparsi in riviste e volumi miscellanei. Ha collaborato all’edizione critica delle Novelle di Ugo Betti (Fossombrone, Metauro Edizioni, 2001). È dottore di ricerca in “Lingue e Letterature Comparate” e membro del comitato tecnico-scientifico del “Centro di studi teatrali e letterari Ugo Betti” di Camerino. Ha curato l’edizione delle Novelle edite e rare di Giulio Grimaldi (Fossombrone, Metauro Edizioni, 2004), il volume di Leonardo Mancino, Poesie (1966-1998), Grottammare, Stamperia dell’Arancio, 2004, e, insieme ad Elisabetta Pigliapoco, il capitolo Novecento del volume Introduzione alla letteratura delle Marche. Gli autori e i testi, Ancona, Il lavoro editoriale, 2006. Collabora con alcune riviste letterarie.
    È autore di poesia in lingua (Per fragile delirio, Grottammare, Stamperia dell’Arancio, 2001), in dialetto (In vece di voce, Imperia, Ennepilibri, 2007) e di un romanzo (Guarda come corrono i fiamminghi pedalatori, Genova, Frilli Editori, 2002).
    Sue poesie sono presenti in antologie e volumi miscellanei (tra cui L’opera continua, a cura di Giampaolo Vincenzi, Roma, Giulio Perrone Editore, 2005; AA.VV., Seduzione e tradimento: la bellezza nella poesia italiana ed europea, a cura di Franco Musarra e Costantino Maeder, Firenze – Leuven, Franco Cesati Editore – Leuven University Press, 2006; AA.VV., “Innumerevoli contrasti d’innesti”: la poesia del Novecento e altro, a cura di Bart Van den Bossche e Philippe Bossier, Franco Cesati Editore – Leuven University Press, 2007). Per la sua attività creativa ha ottenuto numerosi riconoscimenti letterari.
  • Massimo Gezzi
    nato nel 1976 a Sant’Elpidio a Mare, vive tra tra Sant’Elpidio a Mare e Berna. Ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Filologia Moderna presso l’Università di Pavia con una tesi sul diario in versi nella poesia del Novecento italiano. Nel 2002 ha vinto il Premio Internazionale Montale per la tesi di laurea sulla poesia di Bartolo Cataffi. Lavora presso la Sezione Letteratura dell’istituto di Italiano dell’Universität Bern (CH), e fa opera di traduzione. È redattore della rivista di poesia, critica e letteratura “Atelier” e collabora con altre riviste letterarie.
    Come poeta ha pubblicato, oltre che in varie riviste italiane e non (tra cui “Nuovi Argomenti”, “Specchio”- La Stampa e “YIP”), il libro Il mare a destra (Edizioni Atelier, Borgomanero 2004), ed è incluso in Nuovi poeti italiani, numero monografico della rivista “Nuova Corrente” (135, 2005) curato da Paolo Zublena; una seconda silloge di versi è uscita in F. Buffoni (a cura di), Nono quaderno italiano, Marcos Y Marcos, Milano 2007.

2 Risposte a “Versi-di-versi, Le Marche e la Poesia”


  1. 1 Valeria Bellagamba Nov 17th, 2008 at 9:13 pm

    Un grazie sentito a tutti quelli che sono intervenuti!

  2. 2 DARIO PETROLATI Nov 18th, 2008 at 6:27 am

    Come ben sai
    cara Valeria
    a giorni sarò giù per l’incontro con voi,Michele Pinto e Fanco Giannini sanno tutto,mi piacerebbe partecipassi all’incontro.
    Porterò per gli amici di ” penna” il mio LUOGHI per ricordo personale,
    grazie so che ci sarai ,
    auguri per tutte le tue belle iniziative,
    dario

Lascia un commento