Calendario

Marzo: 2007
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Archivio

Archive for Marzo, 2007

La poetica di Leo Ferré /1

Abbiamo perso prima di tutto un poeta. E di poeti non ce ne sono tanti nel mondo. Ne nascono tre o quattro soltanto in un secolo… Queste le parole che Alberto Moravia usò al funerale di Pier Paolo Pasolini per commemorarne la scomparsa. E forse è vero, di poeti, di “veri” poeti, non ne nascono […]

Conferenza su Arsilli: le foto

Venerdì conferenza su Francesco Arsilli

Venerdì 16 marzo, alle ore 17, presso la sede dell’Archeoclub di Senigallia (Palazzo Augusti-Arsilli, via Marchetti 4, davanti ai Carabinieri) Flavio Solazzi e Antonio Maddamma (neo Dottore!) tengono una conferenza su Francesco Arsilli, medico e letterato, insigne poeta senigalliese del XV secolo.

La Regina Cristina a Senigallia

Costringere la narrazione della straripante vita e debordante personalità di Cristina Regina di Svezia nell’ambito di poche pagine è impresa che potrebbe sembrare insensata. L’abbiamo consapevolmente affrontata soprattutto per fornire una cornice alle vicende marchigiane (e alle vicissitudini con i Marchigiani) dell’illustre personaggio e una spiegazione della presenza dei “Libri della Regina” nella Biblioteca Antonelliana […]

Creazioni comuni

La proprietà intellettuale è quanto di più privato possa esistere, ma evita spesso di pagare le esternalità, ossia le componenti che utilizza, che appartengono al mondo. Senza la varietà delle parole quotidiane, senza una creatività collettiva, senza una fede che resiste malgrado tutto, l’invenzione sarebbe come un seme nella terra secca. Creative Commons mi pare […]

Crescentino Baviera e la ballerina della Fenice

Un Marchese libertino nella Senigallia del ’700 Nell’Archivio Baviera, che è conservato presso la Biblioteca Antonelliana di Senigallia, figurano due grossi volumi manoscritti (uno del 1744 e l’altro del 1766): essi ci documentano l’opera poetica di Crescentino Baviera, figlio di un nobile senigalliese. Il primo Baviera a mettere piede a Senigallia fu Gian Giacomo, che […]