Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Offerto da FeedBurner

LibriSenzaCarta su:

YouTube

Calendario

novembre: 2010
L M M G V S D
« Ott   Dic »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Archivio

Online



Il rifugio dell’aria

Sabato 13 novembre 2010 ore 18

Enoteca comunale – Palazzo Gradari

Pesaro

 Presentazione della raccolta antologica

 Il rifugio dell’aria

Poeti delle Marche (Edizioni Progetto Cultura)

a cura di Francesca Innocenzi

 interverrà la curatrice Francesca Innocenzi

 

 Il libro

 Il percorso della poesia negli autori delle Marche dal secondo Dopoguerra ad oggi. Schede critiche e biobibliografiche dei principali protagonisti dello scenario poetico regionale.

Selezione antologica di alcuni autori.

Il rifugio dell’aria nasce dall’intento di una   sintetica ricostruzione della poesia delle Marche dal Secondo Dopoguerra ad oggi; una panoramica che intercetta i percorsi letterari ed esistenziali di autori che, intorno alla vasta e polivalente nozione di “confine”- in senso geografico e culturale –  interagiscono costantemente con la storia, tra vicende personali e collettive che confluiscono nella scrittura.

Lo sfondo è un tessuto epocale in continuo fermento, dalla fase di ricostruzione e ripresa economica all’impatto con le ideologie, dal confronto con la società globale allo sgorgo di moti di violenza repressiva nel contesto dell’attuale crisi.

 

La curatrice

 Francesca Innocenzi (Jesi, 1980) dirige la collana di poesia “La scatola delle parole” della casa editrice Edizioni Progetto Cultura. Scrittrice e ricercatrice in ambito storico-antropologico-religioso, per Edizioni Progetto Cultura ha pubblicato la raccolta di versi Giocosamente il nulla (2007) e le antologie di poeti Rom Versi dal silenzio (2007) e L’identità sommersa (2010).

 

 

1 Risposta a “Il rifugio dell’aria”


  1. 1 matilde Nov 13th, 2010 at 11:22 pm

    Antonio mi fa piacere trovare questa notizia… Ed anche questa bella idea di “laboratorio di poesia”.
    Stasera non ho potuto partecipare, per stretti motivi personali, e mi auguro che tutto sia andato bene.
    E’ per me, come pure credo per gli altri selezionati, una esperienza inaspettata che sta producendo molti motivi di riflessione sulla attuale condizione poetica, rispetto a cui la curatrice dell’Antologia ha lavorato con passione ed anche, devo dire, con coraggio e determinazione.
    Ho motivo di dire che ci saranno sicuramente ulteriori momenti di presentazione e di confronto.
    Grazie, comunque.

Lascia un commento