Calendario

Dicembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Archivio

Archive Page 2

Umberto Piersanti a Senigallia con Campi d’ostinato amore

Il poeta urbinate Umberto Piersanti torna a Senigallia, dopo alcuni anni, per presentare alla Rocca Roveresca il suo ultimo libro di poesie, “Campi d’ostinato amore”, pubblicato a novembre 2020 dall’editore La Nave di Teseo e ristampato a maggio 2021.

Il libro sarà presentato sabato 31 luglio alle ore 19.00 nel cortile della Rocca Roveresca, nell’ambito della rassegna organizzata dalla Libreria IoBook di Senigallia “Le Marche tra le righe”.

Interverrà l’autore che dialogherà con Valeria Bellagamba.

Il libro ha vinto il Premio Saba 2021 e il Premio Speciale Camaiore 2021. Umberto Piersanti è stato insignito del Premio Prestigiacomo alla Carriera 2021.

“Campi d’ostinato amore” ha ottenuto un grande successo di critica e di pubblico. Numerose sono le recensioni pubblicate dalla stampa nazionale e locale, cartacea e online, dalle riviste specializzate dalle rubriche letterarie dei quotidiani principali: La Lettura del Corriere della Sera, Avvenire, L’Osservatore Romano, Il Manifesto, La Gazzetta di Parma, La Sicilia, Il Quotidiano del Sud, Nazione Indiana, L’Indice dei Libri, il Corriere Adriatico e Il Resto del Carlino. Tutte sono reperibili sulla pagina Facebook di Campi d’ostinato amore.

L’ingresso è libero; le normative anti-Covid prevedono un numero di posti limitato, pertanto si consiglia la prenotazione presso la Libreria Iobook chiamando lo 071 7928887, scrivendo a ordiniiobook@gmail.com o inviando un messaggio WhatsApp al 353 4283415
(… continua a leggere ‘Umberto Piersanti a Senigallia con Campi d’ostinato amore’)

Il poeta Adelelmo Ruggieri a “le Marche tra le righe”

Questa sera, venerdì 23 luglio alle ore 19.00 presso la Rocca Roveresca di Senigallia, il poeta fermano Adelelmo Ruggieri ci parlerà della sua raccolta “La città lontana. Poesie 1993-2009” (pag. 240, 20,00€; ed. Marcos y Marcos). Dialogherà con lui Antonio Maddamma. L’incontro è previsto nell’ambito della rassegna “le Marche tra le righe”, organizzata dalla libreria IoBook, in collaborazione con Librisenzacarta e col Comune di Senigallia.

Nato nel 1954 a Fermo, Adelelmo Ruggieri ha pubblicato diversi libri di poesia – La città lontana (2003), Vieni presto domani (2006), Semprevivi (2009), Tre raccolte (2020) – e singolari quaderni di viaggio, una mirabile unione di appunti “di vagabondaggio” nella sua splendida regione, le Marche, con frammenti e osservazioni intime. Fra questi, Porta marina. Viaggio a due nelle Marche dei poeti (2008), assieme a Massimo Gezzi, e Subito o domani. Non è la stessa cosa (2013).

Così presenta il volume il poeta Fabio Pusterla:

“La mattina, qualche volta
Ricordati di uscire all’alba”

Dopo una lunghissima incubazione, Adelelmo Ruggieri (1954) appare sulla scena poetica nel 2003, con La città lontana, primo tempo della trilogia che in questo volume finalmente si raccoglie e si offre a tutti i lettori di poesia. Pochi titoli di grande valore, scarse o nulle apparizioni pubbliche, totale assenza di esibizione, vita appartata e modesta: sono gli ingredienti che fanno di questo autore una piccola leggenda della poesia contemporanea italiana, conosciuta e ammirata malgrado la difficoltà di reperire concretamente i suoi libri. In apertura la rievocazione di una scena infantile culmina nel verso “E io sedevo sul gradino e restavo a guardare”: e in quell’antica postura, nello sguardo laterale che privilegia sempre l’oggetto visto sul soggetto osservante, già si colgono le caratteristiche particolari, quasi walseriane, di questa poesia. La vista e il mite attraversamento (il tema della passeggiata, nello spazio e nella memoria, è frequentissimo), la brevità e la misura (fraterna al binomio di un altro grande poeta marchigiano, Francesco Scarabicchi: “il garbo e la misura”), la nuda semplicità del dire: questi gli strumenti con cui Ruggieri esplora il mondo, dal vicino al lontano, dal basso all’alto: “A sinistra la congettura di sé / In alto i pianeti, in basso la terra”. Il risultato è una sorprendente felicità espressiva; sotto gli occhi del lettore “l’aria poi si pulisce e il cielo diventa / Più celeste che mai”.

L’ingresso è libero; le normative anti-Covid prevedono un numero di posti limitato, pertanto si consiglia la prenotazione presso la Libreria Iobook chiamando lo 071 7928887, scrivendo a ordiniiobook@gmail.com o inviando un messaggio WhatsApp al 353 4283415.

Incontro con gli scrittori di “Marche d’autore”

Venerdì 16 luglio alle ore 21,30 presso la Rotonda a mare di Senigallia prosegue la rassegna “Marche tra le righe” con la presentazione del volume “Marche d’autore – I nutrimenti“. Dopo una prima esplorazione del territorio marchigiano (forte di un notevole successo all’ultimo Salone del Libro di Torino in presenza nel 2019) e una seconda antologia dedicata alle grandi donne e ai grandi uomini che nelle Marche sono nati (come il c.t. della Nazionale di calcio Roberto Mancini) e che hanno lasciato un segno indelebile nella storia, questo terzo volume raccoglie i racconti di 100 autori alle prese con i molteplici aspetti dell’enogastronomia marchigiana. Oltre ai curatori, Jonathan Arpetti e David Miliozzi, saranno presenti gli autori, in dialogo con la giornalista Catiuscia Ceccarelli.

“Marche d’Autore” è un’antologia che racconta le Marche attraverso le opere di alcuni tra gli autori marchigiani più conosciuti e significativi con la copertina del premio Oscar maceratese Dante Ferretti e le immagini realizzate da importanti artisti, proseguendo nell’accostare e nel far dialogare diversi linguaggi artistici.

L’ingresso è libero; le normative anti-Covid prevedono un numero di posti limitato, pertanto si consiglia la prenotazione presso la Libreria Iobook chiamando lo 071 7928887, scrivendo a ordiniiobook@gmail.com o inviando un messaggio WhatsApp al 353 4283415.

Massimo Gezzi a Senigallia per “le Marche tra le righe”

Questa sera, giovedì 15 luglio, alle ore 21.30 presso il Palazzetto Baviera di Senigallia, nuovo appuntamento con la rassegna “le Marche tra le righe”: lo scrittore Massimo Gezzi presenterà il suo libro “Le stelle vicine” (pag. 144, 15,00€; ed. Bollati Boringhieri) insieme ad uno dei maggiori critici letterari italiani, Massimo Raffaeli. La rassegna è organizzata dalla libreria IoBook, in collaborazione con Librisenzacarta e col Comune di Senigallia.

Di seguito le parole sulla bandella del libro.

Giorni di scuola, passeggiate, viaggi in autobus, giri in barca o turni di lavoro in ospedale: i protagonisti dei dodici racconti di questo libro sono uomini e donne, ragazzi e ragazze di provincia che vivono la loro vita quotidiana apparentemente banale e inerte. Ma basta un incontro, un gesto o un minimo evento per scatenare in loro una rabbia compressa o una felicità improvvisa, per trasformare la normalità in un attimo indimenticabile e definitivo, nel bene o nella tragedia. I personaggi che Massimo Gezzi ha consegnato a queste pagine parlano con una voce affilata e autentica, scavano nell’immaginazione dei lettori anche quando sono volgari, cinici o persino crudeli.

Le stelle vicine racconta la gioia o la disperazione di un professore malato alle prese con una classe difficile, un bambino appassionato di pesci, un’infermiera che si affeziona a un paziente, un’anziana moribonda in preda alle sue visioni, una studentessa timida che si invaghisce della persona sbagliata, dei ragazzi che giocano a calcio su un campetto d’erba o passano la serata in un fumoso bar degli anni Novanta, sullo sfondo delle colline e dei paesi delle Marche.

Massimo Gezzi, qui al suo esordio narrativo, si rivela straordinariamente capace di ascoltare la vita in tutte le sue sfumature.

L’ingresso è libero; le normative anti-Covid prevedono un numero di posti limitato, pertanto si consiglia la prenotazione presso la Libreria Iobook chiamando lo 071 7928887, scrivendo a ordiniiobook@gmail.com o inviando un messaggio WhatsApp al 353 4283415.

Francesco Fornaciari. Dalla Rocca al Paradisino

François-Xavier Fabre, Ritratto di Francesco Fornaciari (1798)

Sabato 17 luglio 2021 alle 21:30, a Senigallia, presso il cortile della Rocca Roveresca, un reading letterario affidato alle voci di Valeria Bellagamba e Antonio Maddamma racconterà il “secondo tempo” della vita di Francesco Fornaciari, il masnadiero roncitellese che dopo aver occupato e poi liberato la fortezza di Senigallia nel 1789, “aveva fatto più volte tremare l’Italia”, prima di farsi eremita e chiudere i suoi giorni nel romitorio vallombrosano del Paradisino.

“Famoso per i suoi passati delitti e la sua attual penitenza”, come François-Xavier Fabre appuntò sul retro del suo quadro donato alla contessa d’Albany, Francesco Fornaciari fu ritratto da nel 1798 dal celebre pittore francese che visitò quel monastero in compagnia dell’amico Antoine-Laurent Castellan, il quale non mancò di farne memoria nelle sue Lettres sur l’Italie.

Una vita, quella di Francesco Fornaciari, tutta da scoprire, cui Leonardo Badioli ha dedicato un libro, Assalto alla Rocca (Ventura Edizioni, 2016), qui proposta in un racconto arricchito dal contributo di preziose fonti d’archivio e da canzoni popolari e musiche del XVIII secolo.

Prenotazione obbligatoria: Tel. 07163258 roccaroveresca.senigallia@beniculturali.it

Alessio Torino a “le Marche tra le righe”

Fresco vincitore del Premio Mondello 2021 con il libro “Al centro del mondo” (pag. 264, 18.50€; ed. Mondadori), Alessio Torino incontrerà di nuovo dal vivo i lettori al Palazzetto Baviera di Senigallia giovedì 8 luglio alle ore 21.30 nell’ambito della rassegna “le Marche tra le righe”, organizzata dalla libreria IoBook, in collaborazione con Librisenzacarta e col Comune di Senigallia. Con lui dialogherà Andrea Bacianini.

Così si legge nella bandella del volume:

Damiano Bacciardi vive con Nonna Adele, il nonno chiuso in un antico silenzio e Zio Vince, detto il Gorilla, a Villa la Croce, che nel borgo poco distante è stata ribattezzata “Villa dei Matti”, lungo uno stradone che si muove nel cuore delle colline marchigiane. Il miele dei Bacciardi, “la manna”, è celebre perché fa ingravidare le donne, così come è leggenda la quercia a cui si è impiccato il padre di Damiano e che è tornata a far foglie dopo dieci anni. Damiano è un ragazzo scosso da accessi violenti di malessere e segnato da una vitale ansietà: sente la natura, sente il volo delle rondini, il brusio delle api, il rotolio delle stagioni, e sa riconoscere la presenza del Demonio e il male degli uomini. Zio Vince trama per vendere la proprietà a gente che viene da lontano e Damiano se li immagina tutti con la faccia demonica di Trump che ha visto in televisione.
Damiano sa di dover difendere Villa la Croce, di dover difendere la memoria della sua sgangherata famiglia e la bellezza talora limpida, talora mostruosa e selvatica, della natura in cui è cresciuto accompagnato da incubi, deliri e ventate di struggente dolcezza. Nonna Adele muore e la prospettiva di vendere si fa sempre più concreta: a quel punto Damiano obbedisce a un impulso sempre più convinto e quando, ultimi, arrivano “gli olandesi” e provano a farla da padroni, un disegno di riscatto si incide come la ramaglia di un albero, potente e severo, nella sua coscienza.
Alfiere del bene, vedetta del male, ultimo di una grande dinastia di “idioti” e fuor di squadra, ignaro fratello di Greta Thunberg, Damiano Bacciardi ha le sue radici in un orizzonte letterario che va da Paolo Volponi e Federigo Tozzi all’America di Faulkner e McCarthy. Lo vediamo combattere una battaglia che dilata uno spicchio di provincia in un’allegoria del mondo, così minacciato, così offeso e purtuttavia così determinato a resistere.

L’ingresso è libero; le normative anti-Covid prevedono un numero di posti limitato, pertanto si consiglia la prenotazione presso la Libreria Iobook chiamando lo 071 7928887, scrivendo a ordiniiobook@gmail.com o inviando un messaggio WhatsApp al 353 4283415.