Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Offerto da FeedBurner

LibriSenzaCarta su:

YouTube

Calendario

Ottobre: 2020
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Archivio

Online

Archive for the 'stralci' Category



L’odore del caffè

Prefazione de La congiura Fornaciari (capitolo 15, segue dal capitolo 14) Madonna però se mi fate discorrere, e di quali argomenti: mi fuma il cervello. Adesso col vostro permesso vi racconto una cosa che mi piace prima di andare avanti con questa storiaccia di carceri e di tribunali. Sapete che quest’anno al teatro di fiera […]

Peccati da galera

Prefazione de La congiura Fornaciari (capitolo 14, segue dal capitolo 13) Il Tribunale Ecclesiastico, sapete, è differente da quello civile perché non ha un codice definito da applicare; la sua funzione è soltanto correttiva, e le colpe che vengono perseguite non sono considerate reati, ma peccati. Si entra nella sua giurisdizione solo quando i soggetti già […]

Intermezzo: il potere ecclesiastico

Prefazione de La congiura Fornaciari (capitolo 13, segue dal capitolo 12) Perché possiate intendere quest’altra sottigliezza bisogna che vi spieghi parecchie altre cose. Poeta Garbini, dove sei? Vieni fuori e spiega per favore a questi signori, tu che sei baciato dalla musa civile, come è fatto il potere religioso in una città dello Stato Pontificio. Io […]

Una storia criminale

Prefazione de La congiura Fornaciari (capitolo 12, segue dal capitolo 11) A Bernardino, come a Giulio Cesare, viene facile il genere del commentario; trattandosi di una congiura – così dicono i miei colti signori – il suo modello non può essere altri che Sallustio Crispo. Voi sapete che Sallustio è di moda? L’ha tradotto il tragediografo […]

Il libro anonimo del Vescovo

Prefazione de La congiura Fornaciari (capitolo 11, segue dal capitolo 10) Del resto conoscete il libro e qualcuno di voi l’ha anche letto. Io no, perché il latino non è roba da serventi; ma conosco alcuni passi, perché tra i miei signori, appena l’hanno avuto in mano, anche lì c’era qualcuno che leggeva per tutti, e […]

Poveri e poveri

Prefazione de La congiura Fornaciari (capitolo 10, segue dal capitolo 9) Per quanto so di lui, Fornaciari non è sceso in città perché spinto dalla fame, dal momento che un mestiere ce l’aveva e nemmeno dei peggiori. Ci corrono parecchie differenze tra le categorie dei poveri, e in ogni modo nessuno di loro vuole confondersi con […]

La scuola dei ribelli

Prefazione de La congiura Fornaciari (capitolo 9, segue dal capitolo 8) Tutto questo ragionare, voi direte, è proprio indispensabile per fare il ritratto di un uomo chiamato Francesco Fornaciari? Fosse stato un soggetto ordinario quasi quasi avrei detto di sì; ma trattandosi di lui bisogna aggiungere qualcosa per capire come andava a incrociarsi la faccenda: li […]

Molte bocche e poco pane

Prefazione de La congiura Fornaciari (capitolo 8, segue dal capitolo 7) L’agricoltura invece rimane una faccenda in prevalenza chiusa tra nobili padroni della terra e contadini che gliela lavorano. La sottile distinzione che intercorre tra uno che dissoda la gleba e uno che ne gusta i frutti, mentre li lega entrambi a una comune sorte, rende […]