Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Offerto da FeedBurner

LibriSenzaCarta su:

YouTube

Calendario

marzo: 2011
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Archivio

Online



Fatti e misfatti n.21: Libri di pietre

Anche le pietre parlano (e fanno parlare di sé). Le logge del Palazzo Comunale (Palazzo del Pubblico) di Senigallia conservano diversi monumenti di storia patria. Fra queste una lapide tardo-antica con un’iscrizione a Lucio Pupio Buccione materiarius (C.I.L. XI 6212), e una cornice, già contenente un dipinto perduto del pittore Giacciati, secondo le testimonianze degli scrittori senigalliesi Francesco Pesaresi e Pio Cucchi.

Ospite della puntata Antonio Maddamma.

Approfondimenti:

Sull’iscrizione latina:

Lidio Gasperini, Sul “materiarius” di Sena Gallica (CIL 11 6212) in “Picus”, XXV-2005. Il prof. Gasperini, ordinario di epigrafia greca e romana presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma, nell’aprile 2007 nell’ambito dell’UdA di Senigallia tenne una lezione dal titolo Sena Gallica e l’antica industria del legname nel bacino del Misa-Nevola, nella quale illustrò ampiamente l’iscrizione.

Sulla tela del Giacciati:

Flavio Solazzi, Gabriela Solazzi, Antonio Maddamma, Giovanni Anastasi a Senigallia”, 2006.

0 Risposte a “Fatti e misfatti n.21: Libri di pietre”


  1. Nessun commento

Lascia un commento