Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Offerto da FeedBurner

LibriSenzaCarta su:

YouTube

Calendario

gennaio: 2011
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Archivio

Online



Fatti e misfatti n.17: La guerra di Castro

Nell’ambito della cosiddetta prima guerra di Castro (ducato già concesso da papa Paolo III ai Farnese e rivendicato dal nuovo papa Urbano VIII, Maffeo Barberini, ai suoi nipoti), i Veneziani, alleati di Firenze e  di Odoardo Farnese, dopo essere stati avvistati in giugno al largo di Senigallia,  il 4 settembre 1643 fecero una incursione navale contro la città, terra della Chiesa. La  flotta nemica, composta da 9 galere e 2 galeazze, guidate dal Provveditore d’Armata, fu amaramente sconfitta e respinta; nello scontro perse la vita il comandante e Governatore Veneto Tommaso Contarini. La vittoria fu ricordata dal Consiglio Comunale di Senigallia con una lapide e celebrata dalla Chiesa con sei messe e una cantata in onore della Vergine, alla quale fu donato in Loreto un quadro con cornici d’alabastro che descriveva la battaglia. Profanamente il successo fu dovuto alla prontezza delle sentinelle, al coordinamento fra le milizie, comandate dal Governatore d’Armi, e alla perizia nel cannoneggiamento dei soldati. A pace fatta Senigallia tornò alla tradizionale amicizia con Venezia e lo Stato della Chiesa annesse un altro ducato, a detrimento dei Farnese e dei loro alleati.

Ospite della puntata Antonio Maddamma.

Approfondimenti:

Guerra di Castro – Wikipedia

0 Risposte a “Fatti e misfatti n.17: La guerra di Castro”


  1. Nessun commento

Lascia un commento