Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Offerto da FeedBurner

LibriSenzaCarta su:

YouTube

Calendario

agosto: 2009
L M M G V S D
« Lug   Set »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Archivio

Online



Conversazioni di Palazzo Petrangolini: poeti della Minima Poetica

Veduta di Urbino - Palazzo Ducale
Veduta di Urbino – Palazzo Ducale
Foto di Gengish (cc-by-nc-nd-2.0)

Nell’ambito della rassegna Conversazioni di Palazzo Petrangolini organizzata dal Circolo Acli – Centro Universitario di Urbino, che celebra quest’anno i 30 anni dell’Istituto Italo Mancini, si terrà martedì 25 agosto a Urbino in Piazza Rinascimento 7, alle 11.15, la presentazione dei poeti editi nella collana Minima Poetica dell’editrice L’Orecchio di Van Gogh.
La presentazione sarà accompagnata da letture da parte dei poeti di alcuni loro componimenti.

Introdurrà l’incontro il Prof. Gastone Mosci (Università ‘Carlo Bo’ di Urbino).
Interverranno: Fabio Maria Serpilli, direttore della collana Minima Poetica, e i poeti Paolo Bartolini, Valeria Bellagamba, Gianluca D’Annibali, Francesco Gemini, Daniela Matteucci, Carmela Nastro.

Presenta Paolo Brugiati
Intervento dell’Editore Marco Refe

Con il contributo di: Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro

Organizzazione: Circolo Acli – Centro Universitario

Collaborazione: Istituto Superiore Scienze Religiose “Italo Mancini”
Regione Marche – Assessorato alla Cultura
Provincia di Pesaro e Urbino – Comune di Urbino – Assessorato alla Cultura
Centro Internazionale di Semiotica e di Linguistica
Premio Nazionale di Cultura Frontino Montefeltro XXVIII Ed.
Laboratorio Colle Ameno- Laboratorio Valerio Volpini
Unilit – Il nuovo amico

2 Risposte a “Conversazioni di Palazzo Petrangolini: poeti della Minima Poetica”


  1. 1 DARIO PETROLATI Ago 22nd, 2009 at 8:38 am

    Se proprio non avessi già impegnata la data precedentemente stavolta ad Urbino ci sarei corso subito

    Solo stamane ho saputo della iniziativa e dei partecipanti

    Gli auguri son di troppo in pratica mi piacerebbe esserci per vedere e sentire anche le voci declinare di chi conosco un poco e poi ripartire di certo con qualcosa in più dentro la mia testa

    Urbino sempre come un batacchio mi chiama ricordi e colori difficili

    Chi vede martedi dire parole davanti ai volti di gente che ascolta guardi anche per me e cerchi pure ciò che sembra non esserci.

    Complimenti con sana invidia.
    dario.

  2. 2 Valeria Ago 22nd, 2009 at 3:12 pm

    Grazie Dario, troppo buono…

Lascia un commento