Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Offerto da FeedBurner

LibriSenzaCarta su:

YouTube

Calendario

luglio: 2009
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Archivio

Online



Falconara e i quaranta padroni

Falconara e i quaranta padroni

Giovedì 16 luglio, alle ore 21.15, presso la Corte del Castello di Falconara Alta (Piazza Giosuè Carducci) si terrà la presentazione del libro di Falconara e i quaranta padroni – cose vechie e… guasi nove –.

Spettacolo in dialetto anconetano

Voce recitante: Fabio M. Serpilli
Proiezione immagini: Cinzia Ceccarelli
Disegni e vignette: Massimiliano Morbidoni
Intermezzi musicali:
Giacomo Buoncompagni e Aroldo Berardi

Con il Patrocinio del Comune di Falconara.

Editrice: L’Orecchio di Van Gogh

Per info:
Tel. 071.9175925
E-mail: info@orecchiodivangogh.it

2 Risposte a “Falconara e i quaranta padroni”


  1. 1 DARIO PETROLATI Lug 13th, 2009 at 7:29 am

    Ciao Valeria,
    grazie per la segnalazione del fatto sopra indicato
    anche se non potrò venire
    data la distanza
    gli impegni di quassù
    se fossi lì fra voi
    di certo riderei
    od anche mi stupirei senza troppo capire il vernacolo
    io sono tardo nell’assorbire forme dialettali percepisco il suono delle frasi e dopo allora risalgo al contenuto alla intenzione dopo che i vicini hanno già sempre adempiuto al fine che gli attori-recitanti l’autore sempre si erano prefissi
    tranne il senese e dintorni faccio fatica assorbire le lingue belle anche spiritose e a volte colte sparse per il nostro bel paese
    pensa che qualche tempo fa ho assistito ad una recita in dialetto veneto del 600 con quattro attori giovanissimi belli due ragazze e due ragazzi
    in una villa di quassù e come palco c’era solo un enorme lettone ove tra bisticci e graziose pose la raccontata storia si svolgeva
    era d’estate e le zanzare fastidiose irruppevano a frotte dispettose sulle braccia nude delle spettatrici
    a me nemmeno quelle distrassero
    mai un becco di zanzara mi ricordo
    ebbene quella sera allo spettacolo d’ignoto autore veneto mi sono divertito in silenzio con un mal di testa continuo per tradurre parole che solo percepivo a fatica
    ma il suono le reazioni dei personaggi poi mi conducono sempre al fine della trama
    quanto sopra per dirti che anche se fossi laggiù nelle mie sempre ricordate Marche mi sentirei ospite e starei serio per non perdere battute cercando di capire il fine
    io verso i primi di settembre potrò fare un salto da quelle parti chissà se avrò la fortuna di rubare qualcosa
    una iniziativa che solo sempre leggo qui.
    Grazie per la segnalazione e per chi vedrà :
    buon divertimento.
    dario.

  2. 2 Valeria Bellagamba Lug 16th, 2009 at 1:59 pm

    Grazie per il racconto Dario!

Lascia un commento